Ritiro beni strumentali da leasing Stampa E-mail

Ritiro beni strumentali da leasingGi.C.AN. srl gestisce il ritiro dei beni strumentali da leasing.

La locazione finanziaria, comunemente chiamata leasing, è un contratto atipico (non disciplinato espressamente dal Codice Civile) tra Concedente (Società di leasing) e Utilizzatore, che si perfeziona attraverso le seguenti fasi: 
- l'Utilizzatore individua un bene strumentale per la sua attività; 
- l'Utilizzatore stipula con il Concedente un contratto di leasing; 
- il Concedente acquista il bene presso il Fornitore e lo concede in locazione finanziaria all'Utilizzatore, che ne dispone fino alla scadenza del contratto, versando dei canoni periodici.

La proprietà del bene, per tutta la durata del contratto, è del Concedente. La proprietà passa all'Utilizzatore, a fine contratto, solo se lo stesso esercita la facoltà di riscatto. Il contratto di leasing ha come oggetto beni individuati e scelti dall'Utilizzatore, strumentali per l'esercizio della propria attività.

E’ possibile stipulare contratti di leasing per i seguenti beni:
- beni mobili: beni strumentali all'esercizio di attività di impresa (macchine per ufficio, macchine utensili, macchinari per l'edilizia, macchine per stampa e arti grafiche, ecc.); autoveicoli (singole auto o parchi auto) e veicoli industriali;
- beni immobili: già edificati o da costruire (capannoni, laboratori, stabilimenti, uffici, negozi etc.).

Gi.C.AN. srl si occupa di ritirare i beni strumentali qualora, al termine del contratto di leasing, essi non siano stati riscattati dall' Utilizzatore.

 

 

Chi è online

 9 visitatori online

Newsletter



Ricevi HTML?
Cliccando su iscriviti dai il consenso al trattamento dei dati. Informativa ai sensi dell' art.10 legge 675/96. (Leggi Privacy)